Il Gruppo Hansaer       |

La flotta Hansa Luftbild

     

 
 
 
       







PO FESR
Sicilia 2007 - 2013

Asse IV

Obiettivo Operativo 4.1.1
Linea di intervento 4.1.1.2









 
 




 
   Progetto
   Partners
   Obiettivi
   Dissemination
  - Convegni
- Pubblicazioni
   Risultati finali
   
   
   
   

 



 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

    
 



Metodologie innovative “Design Thinking” di produzione e distribuzione di Banche Dati Geografiche per consentirne una gestione interoperabile tra PA, imprese e cittadini in approccio multilivello sui settori di intervento Ambiente, Energia, Pianificazione Territoriale, Beni Culturali e Protezione Civile nel rispetto delle ultime direttive europee (INSPIRE) nazionali (DL.32 e DL70) e regionali (SRI e PO FESR).

 

 

La disponibilità di banche dati e quadri conoscitivi territoriali adeguati è condizione indispensabile per un corretto approccio al buon governo del territorio e per affrontare efficacemente le questioni ambientali che vengono poste quotidianamente ai Soggetti pubblici territoriali e, indirettamente, agli operatori specialisti del settore.

La produzione dei dati si confronta sempre di più con le esigenze di disporre di conoscenze tempestive, certificate, interoperabili, fruibili. Analogamente, la capacità di più Soggetti istituzionali di collaborare, co-pianificare, operare in maniera coerente dipende anche dal fatto di condividere gli stessi quadri conoscitivi e su quelli impostare un efficace confronto con il Cittadino nei momenti della partecipazione.

Le sollecitazioni poste dal quadro normativo europeo e nazionale, le sfide dell'Agenda Digitale e il rilascio dei patrimoni informativi delle Pubbliche Amministrazioni come Open Data disponibili per il riuso, comportano ulteriori compiti ed attenzioni a carico dei Soggetti Pubblici ma anche Privati che producono, condividono, diffondono dati, in particolare, stante le loro peculiarità e criticità (si pensi alla rapida obsolescenza, alle dimensioni degli archivi, alla rilevanza per le politiche territoriali ed ambientali) .

Proprio sul fronte del dato territoriale ed ambientale la nuova Direttiva INSPIRE chiede ai Soggetti pubblici e, di conseguenza agli operatori privati del settore, di attivare servizi interoperabili nell'ambito delle Infrastrutture Geografiche .
 

Il progetto  realizzato e completato dall’Associazione di Scopo appositamente costituita tra la società Aerosistemi S.r.l. (Capofila) ed il Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Elettronica e Informatica dell’Università degli Studi di Catania (Partner Scientifico) trova la propria affermazione all’interno del settore strategico individuato dalla SRI come “ICT” proprio perché ha voluto confrontarsi con una delle principali sfide che l'informatizzazione pone alle Pubbliche Amministrazioni ed agli operatori del settore,  allorchè viene richiesta l’adozione di soluzioni e buone pratiche concordate e condivise in contesti di coordinamento nazionale e regionale. 

Le Autorità Pubbliche sono tenute, quindi, non solo a rendere disponibili i dati territoriali ed i servizi per l’insieme dei dati territoriali in maniera conforme alle direttive europee, ma devono poter amministrare e gestire gli stessi in modalità standard (a norma) e condivisa, al fine di assicurare un livello di interoperabilità delle informazioni territoriali adeguato per tutti gli enti coinvolti.

L’obiettivo che l’A.T.S. si prefiggeva, pertanto, è stato quindi pienamente centrato dal momento che, sulla scorta di quanto sopra enunciato, indirettamente anche tutte le imprese di settore sono oggi tenute a produrre, strutturare, gestire ed aggiornare tali informazioni nel rispetto di tali specifiche europee e nazionali.

Grazie alle possibilità fornite dall’Asse IV – Obiettivo Operativo 4.1.1 - dalla Linea di Intervento misura 4.1.1.2. del POFESR Sicilia 2007-2013, ad avvenuta realizzazione del progetto “Metodologie Innovative Design Thinking”, Aerosistemi risulta, infatti, essere una delle prime aziende europee private che si è adeguata totalmente ai nuovissimi standard tecnici imposti (Aprile e Dicembre 2013) dalle Direttive Europee e dalle leggi nazionali, recependo ed attuando  le norme generali per lo scambio, la condivisione, l’accesso e l’utilizzazione tra le amministrazioni regionali e locali, in maniera integrata, dei dati di interesse territoriale ed ambientale.

Le fasi di Sviluppo Sperimentale e Innovazione di Processo hanno proposto come obiettivo finale la realizzazione di una piattaforma geografica/informativa integrata, unica nel suo genere, che consente alla Società realizzatrice Aerosistemi di disporre oggi di uno strumento innovativo che ne rafforza indubbiamente la propria competitività sia a scala nazionale che europea.

Come era prevedibile, i risultati attesi ed ottenuti (e già messi in opera sui progetti attualmente in corso) hanno contribuito a migliorare la fruizione delle banche dati territoriali (core business della società realizzatrice) da parte di Pubbliche Amministrazioni locali, regionali e nazionali nonché di professionisti ed imprese di settore in tutti gli ambiti tecnici che usufruiscono di tali informazioni.

Il prodotto finale, infatti, può essere considerato la base tecnologica più innovativa per tutti i processi di progettazione, pianificazione monitoraggio e controllo nei domini amministrativi e tecnici dei seguenti settori:

v  Pianificazione Territoriale;

v  Protezione Civile  e Beni Culturali;

v  Trasporti logistica e mobilità;

v  Energia;

v  Ambiente;

v  Agroalimentare;

v  Programmazione.

Sulla base del recepimento di quanto dettato dalle nuove norme nazionali e regionali, le attività progettuali hanno contribuito a ridefinire anche un insieme di nuove procedure amministrative e metodologie di supporto, verifica e controllo che permettono di :

  • fornire innovative indicazioni alla macchina amministrativa regionale, centrale e locale, ai fini del rafforzamento di alcuni sistemi di governance interna ed interistituzionale

  • fornire adeguate ed attuali definizioni, a supporto di tale processo, delle regole per la organizzazione, pubblicazione ed interscambio dei dati pubblici in modalità aperta (Open Data) e dei Processi Amministrativi standardizzati, semplificati e, infine, condivisi dai diversi livelli tecnici ed amministrativi;

  • definire, a supporto di tale processo, le reali regole di interoperabilità dell’informazione (tra PA centrale e locale, e tra PA e cittadini/imprese) che consentono un abbattimento dei tempi di acquisizione e validazione delle informazioni amministrative;

  • rafforzare i sistemi di trasparenza sia dell’attività amministrativa che dei risultati da questa conseguita introducendo meccanismi di programmazione partecipata e di monitoraggio degli obiettivi;

  • sviluppare moduli e procedure operative di assolut avanguardia;

  • testare processi e metodologie in diversi domini applicativi scelti proprio perché essi richiedono un gran numero di diversi attori coinvolti nel processo realizzativo a cui si accompagna una variegata attività amministrativa di progettazione, controllo e verifica.





    Questo sito è cofinanziato dall'Unione Europea
    PO FESR Sicilia 2007 - 2013
    Asse IV  -  Obiettivo Operativo 4.1.1
    Linea di Intervento 4.1.1.2